by Esercito della Salvezza in Italia on April 5th, 2017

​Anagrafe dei senza dimora a Roma
Associazioni preoccupate per la nuova delibera:
“possibile limitazione dei diritti di chi vive per strada come documenti d’identità, pensione e assistenza sanitaria”

​La Caritas di Roma, la Comunità di Sant'Egidio, l'Esercito della Salvezza, Focus-Casa dei diritti sociali e Associazione Centro Astalli esprimono seria preoccupazione per la Deliberazione della Giunta Capitolina n. 31 del 3 marzo 2017 in materia di iscrizione anagrafica delle persone senza fissa dimora.

Le cinque organizzazioni - che hanno assicurato questo prezioso servizio a titolo gratuito e con personale esperto in oltre 20 anni di collaborazione con il Comune di Roma - dopo aver incontrato i rappresentanti dell’amministrazione capitolina ed evidenziato lacune nel percorso di emanazione della delibera, ribadiscono perplessità relativamente all'accessibilità e all'effettivo futuro esercizio del diritto di residenza.

Solo con l’iscrizione anagrafica si può richiedere un documento di identità, esercitare il diritto di voto, ottenere l’assistenza sanitaria e tutte le misure sociali collegate alla residenza, come anche la possibilità di chiedere la cittadinanza, il riconoscimento di invalidità, riscuotere la pensione. Ciò avviene oggi per circa 20 mila persone a Roma, 18 mila delle quali non più “invisibili” grazie al lavoro di prossimità delle associazioni e solo 2 mila per opera delle strutture comunali.

In particolare, la nuova procedura rischia di non garantire tale servizio a tutti i cittadini in situazioni di fragilità sociale, penalizzando quanti hanno meno possibilità di incontrare la pubblica amministrazione. In quest'ottica, le cinque organizzazioni chiedono di risolvere al più presto le criticità della delibera predisponendo le consequenziali misure correttive già evidenziate in una nota inviata all'Amministrazione capitolina.

Le associazioni, pur riconoscendo che la nuova delibera investe finalmente l’amministrazione pubblica di un ruolo che le è proprio, temono che affidare in modo esclusivo il servizio di iscrizione anagrafica delle persone senza fissa dimora ai Municipi in una realtà complessa come quella romana senza un'adeguata preparazione degli impiegati e un incremento delle risorse, rischia infatti di creare problemi effettivi di esigibilità dei diritti di cui i tempi di attesa molto lunghi sarebbero solo il primo di una serie di ostacoli e non assicura al meglio i diritti della persona senza dimora: basti pensare alla mediazione culturale per gli stranieri; al servizio di casella postale per la corrispondenza fiscale e amministrativa (all'indirizzo del Municipio arriveranno tutte le comunicazioni indirizzate alle persone); all'assistenza nella compilazione della modulistica.

Nel caso di cittadini stranieri occorre assicurare idonee modalità per consentire ai lavoratori domestici di ottenere la residenza anagrafica anche nei numerosi casi nei quali i datori di lavoro non consentono l'iscrizione pur vivendo il lavoratore presso di loro; assicurare l'iscrizione anagrafica anche dei rifugiati e degli altri titolari di protezione internazionale o di permesso di soggiorno per motivi umanitari i quali, terminato il periodo legale di accoglienza nei centri predisposti per i richiedenti asilo, si trovino senza alloggio, od in un alloggio irregolare o abusivo, ma siano in effetti presenti sul territorio comunale.

Per quanto riguarda i nuclei familiari che vivono in situazioni di indigenza occorre garantire il diritto all'iscrizione anagrafica delle persone che vivono in sub-affitto o in occupazione abusiva mediante l'iscrizione nella qualità di "senza tetto-senza fissa dimora". Vanno riconosciute inoltre le nuove figure di "senza tetto" e "senza fissa dimora" connesse, in particolare, all'allontanamento dalla famiglia (separazioni e divorzi) e quindi alla perdita dell'uso della casa familiare.

Casi "particolari" e molto diffusi sono quelli dell'iscrizione anagrafica delle persone che chiedono il riconoscimento della cittadinanza italiana iure sanguinis perché discendenti di cittadini italiani, per i quali l'iscrizione anagrafica è un passaggio necessario del procedimento ma che si trovano spesso a Roma come ospiti presso amici o parenti, o come clienti di piccoli alberghi, pensioni o altri tipo di ospitalità.

Le cinque associazioni vigileranno affinché sia assicurato il diritto di residenza a tutti e ribadiscono la disponibilità della loro esperienza pluriennale a fianco dei più deboli.  

by Esercito della Salvezza in Italia on April 4th, 2017

Si parla ancora dell'iniziativa "Cappuccino Sospeso " grazie  anche alla stampa  ed in particolare al giornale La Fiera dell'Est . In questo caso  anche la stampa diventa solidale . 
aggiornamento del 4 aprile, FIERADELLEST.IT:
​​Il progetto del “cappuccino sospeso” vince il premio Formica d’oro

Articolo originale su TORRI.ROMATODAY.it

Articolo originale su FIERADELLEST.IT

by Esercito della Salvezza in Italia on April 3rd, 2017

​​E' stata davvero la giornata dell'amicizia, lo testimoniano le foto con bambini del quartiere San Lorenzo che hanno giocato e fatto merenda nel nostro giardino, gustando torte e muffin preparati nelle nostre cucine da"i volontari per un giorno" dell'Ambasciata Americana.
Vedete inoltre le pulizie di primavera presso il centro famiglie , armadi sistemati e pronti ad essere aperti per quelle famiglie che non riescono a comprare vestiti nuovi causa perdita di lavoro, o stipendi che non ti fanno arrivare alla fine del mese . Cominciate a prepararvi alle serate de "l'orto è servito" vedete dalle foto che il terrazzo è stato riattivato grazie a questi amici volontari tuttofare. Grazie per l'ottimo barbecue offerto ai nostri ospiti... In verità ne abbiamo giovato tutti e insieme. Eccellente digestione in giardino dove abbiamo fatto anche un po' di ginnastica con i bambini, grazie a balli improvvisati e ricordi di vecchi giochi. Siamo andati a letto felici, con dentro ancora gli odori del mattino, quando siamo stati svegliati dagli aromi che uscivano dalla cucina, e dal via vai di persone indaffarate in terrazzo, in cucina, nel centro famiglie, nella stanza della memoria. E allora sì, la vita è bella, e i nostri amici per un giorno belli altrettanto. Grazie all'Ambasciata Americana a Roma, grazie alle mamme di San Lorenzo, grazie ai nostri ospiti, grazie agli operatori.

Ci vediamo l'anno prossimo!

by Esercito della Salvezza in Italia on March 30th, 2017

​Assaggi solidali di primavera

​Anche quest'anno avremo con noi volontari speciali per un giorno. Infatti celebreremo il "Frendship Day " con gli amici dell'Ambasciata Americana a Roma. Ringraziamo sin d'ora i funzionari, gli impiegati e tutto il personale che cucinerà per i nostri ospiti un promettente barbecue, nel nostro terrazzo riattivato per la primavera, anche grazie al lavoro straordinario di questi volontari speciali! Anche gli spazi del centro famiglie usufruiranno del prezioso lavoro di "manutenzione straordinaria".



Alle 16,30 torte straordinarie saranno sfornate per una merenda in giardino, a cui sono invitati i bambini di San Lorenzo con i loro familiari. Alcune torte raggiungeranno il Centro per l'Autonomia che festeggia venti anni di attività in un luogo che ha significato il reinserimento vero delle persone con disabilità, siamo felici di inviare i nostri auguri con torte speciali, perché frutto dell'impegno di tanti. Altra torta speciale a chi racconta ogni giorno la città e il lavoro delle associazioni che la rendono migliore, raggiungeremo quindi gli amici di "Radio Roma Capitale".

Buon "Frendship Day", buona primavera!

Appuntamento a domani venerdì 31 marzo

Per informazioni: ​329 166 30 47

by Esercito della Salvezza in Italia on March 21st, 2017

​​Buon inizio di Primavera! Oggi è anche la Giornata Internazionale contro il Razzismo e insieme ad altri enti, associazioni, fondazioni, abbiamo aderito all'assemblea pubblica per discutere e confrontarci sul Decreto Minniti su immigrazione e sicurezza. Siamo fortemente preoccupati per il destino di molte persone.

Di seguito il comunicato e le adesioni:

No ai decreti Minniti-Orlando su immigrazione e sicurezza

Appello per un’assemblea pubblica il 21 marzo 2017

Giornata Internazionale contro il razzismo

Il Decreto Legge Minniti-Orlando e il Decreto ‘Sicurezza’, entrati recentemente in vigore ed in fase di conversione in Parlamento, rappresentano un passo indietro sul piano dei diritti e della civiltà giuridica del nostro Paese. Attraverso un uso improprio della legislazione di urgenza, i due decreti, anziché intervenire sulle tante contraddizioni e i limiti dell’attuale legislazione, introducono nuove norme di discutibile efficacia, senza peraltro migliorare l’efficienza del sistema. Ad esempio si rilancia il ruolo dei Centri Permanenti per il Rimpatrio, nuova denominazione per gli attuali CIE, senza che ne venga modificata la funzione e assicurato il pieno rispetto dei diritti delle persone trattenute.
Il Legislatore prevede un'unica procedura per le espulsioni, valida tanto per chi proviene da percorsi di criminalità e lunghi periodi di carcerazione, quanto per il lavoratore straniero privo di permesso di soggiorno, quando sarebbe al contrario opportuno prevedere percorsi di regolarizzazione individuale per chi si è di fatto inserito positivamente nel nostro Paese.
Esprimiamo forte contrarietà rispetto all’abolizione del secondo grado di giudizio per il riconoscimento del diritto di asilo e alla sostanziale abolizione del contraddittorio nell’unico grado di giudizio, limitato da una procedura semplificata (rito camerale) priva del dibattimento. In tal modo non solo viene violato il diritto di difesa di cui all’art.24 della Costituzione, ma si preclude al giudice la valutazione in concreto della persona del ricorrente e del suo eventuale percorso di inclusione sociale ai fini della valutazione sul rilascio del permesso di soggiorno per motivi umanitari.
Gestire e governare in modo efficace e lungimirante il fenomeno migratorio non significa – noi crediamo - limitarsi ad irrealistiche azioni di deterrenza. Occorrono, invece, norme che favoriscano i flussi d’ingresso e la permanenza regolare dei cittadini stranieri, contrastando così il lavoro nero e lo sfruttamento. Ribadiamo inoltre l'urgenza di aprire corridoi umanitari e aumentare considerevolmente i reinsediamenti, per consentire alle persone che fuggono da guerre, persecuzioni, fame e povertà di entrare in Italia e in Europa senza mettere in pericolo la loro vita.
Riteniamo inaccoglibile  la pretesa di ricondurre la materia del “decoro urbano” al tema della sicurezza, avallando una concezione dell’ordine pubblico che non produce vera sicurezza ma, al contrario, rischia di creare maggiore insicurezza criminalizzando la marginalità sociale senza preoccuparsi di intervenire per combattere la povertà e la marginalità di un numero crescente di cittadini.
Riteniamo inopportuno il ricorso alla decretazione d’urgenza per riformare materie, come il diritto di asilo e le discipline sulla sicurezza urbana, che richiederebbero un più articolato confronto democratico. Nel merito, riteniamo, comunque, che i due Decreti Legge non debbano essere convertiti nella forma attuale: i firmatari chiedono dunque che si apra un confronto ampio e approfondito al fine di dare al Paese una nuova disciplina più bilanciata e condivisa
Per questo facciamo appello a chi intende impegnarsi per impedire la conversione in legge di questi provvedimenti del Governo così formulati a partecipare a un’assemblea pubblica il prossimo 21 marzo, Giornata internazionale contro il razzismo.  Appuntamento a Roma il 21 marzo 2017, ore 15, presso l’Università La Sapienza, in P.le Aldo Moro, edificio Fermi, aula 4 di Fisica.
A Buon Diritto, ACLI, ANOLF, Antigone, ARCI, ASGI, CGIL, Centro Astalli, CILD, CISL, Comunità Nuova, Comunità Progetto Sud, Comunità di S.Egidio, CNCA, Focus – Casa dei Diritti Sociali, Fondazione Migrantes, Legambiente, Lunaria, Oxfam Italia, SEI UGL, UIL

Per adesioni: nodecretominniti@gmail.com





Archivio Notizie
2017 (34)
January (4)
February (4)
March (3)
April (5)
May (7)
June (2)
July (4)
August (3)
September (2)
2016 (25)
January (1)
March (2)
April (2)
May (5)
June (2)
July (3)
August (1)
September (5)
October (1)
December (3)
2015 (14)
share